Chi sono e di cosa mi occupo

La mia foto
Mi sono laureato nel 1995 in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Milano e sono iscritto all'ordine dei medici della provincia di Cremona (n°2317) dal 1996. Mi occupo di chirurgia plastica e ricostruttiva. Dal dal 2001 al 2009 ho ricoperto il ruolo di assistente presso l'unità operativa di chirurgia plastica 1 dell'Istituto Clinico Humanitas di Rozzano(Milano). Tra gli interventi che eseguo: chirurgia funzionale del naso, rinoplastica, profiloplastica, chirurgia ricostruttiva del naso, rinofiller (rinoplastica non chirurgica).

lunedì 12 giugno 2017

Rinoplastica, quali difetti risolve?

Con un intervento di rinoplastica si possono correggere difetti sia estetici (per trovare una nuova armonia del viso modificandone la forma o le dimensioni) che funzionali (per risolvere problemi di respirazione). 

Con un intervento di rinoplastica è possibile: 
  • aumentare o diminuire la dimensione del naso
  • se si ha un naso troppo incavato o ingobbito cambiarne il profilo
  • allargare o diminuire l'ampiezza delle narici
  • intervenire sull'angolo tra fronte/naso o naso/labbro superiore
Si parla di due tipi di interventi: 
  • rinoplastica primaria, quando viene eseguita per la prima volta per risolvere problemi congenito o acquisiti; 
  • rinoplastica secondaria, per correggere difetti che non è stato possibile risolvere con un primo intervento o che sono stati provocati da un intervento eseguito male. 
Si interviene con un intervento di rinoplastica aperta quando è necessario correggere difetti molto evidenti della punta del naso o "errori" di interventi precedenti. Si procede con una incisione nella columella (la cute che separa le due narici) e l'esito cicatriziale è ottimo e praticamente invisibile.

Si parla invece di intervento di rinoplastica chiusa con incisioni all'interno del naso per correggere piccoli difetti senza deviazioni importanti della piramide nasale. 

Il tipo di anestesia viene deciso a seconda del tipo di intervento, della durata, delle caratteristiche del paziente. Si sceglierà fra anestesia locale, locale con sedazione o generale.

Generalmente l'intervento si esegue in day-hospital o al massimo si prevede una notte di ricovero. Si valutano comunque anche le preferenze del paziente. 


Il dolore post-operatorio è quasi sempre assente. Soltanto in rari casi si parla di dolore lieve, alleviabile con dei comuni analgesici. 


Nel giro di 7/10 giorni spariranno lividi e gonfiore. Dopo 8 giorni verrà tolto il tutore rigido necessario dopo l'intervento. 


Il naso assumerà la sua forma definitiva dopo circa 4-6 mesi. 



Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.